Covid Lucera,volano i contagi. Il sindaco chiude scuole, villa comunale e mercato settimanale

0
113

Il primo cittadino di Lucera, Pitta, a fronte di quasi 700 cittadini positivi al Covid, ha emanato una nuova ordinanza per far fronte all’emergenza contagi, con la quale si inaspriscono le chiusure e i divieti già in essere nella fascia rossa.

Con il provvedimento si sospende l’attività didattica in presenza nelle scuole, pubbliche e private, dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado, per tutti gli alunni, garantendo al contempo la didattica a distanza. Chiusi, inoltre, asili nido pubblici e privati. Sospesi anche catechismo e attività ricreative parrocchiali. Inoltre non ci sarà il mercato settimanale del mercoledì, sospeso anche per quel che riguarda i generi alimentari. 

Disposta la chiusura alle ore 18 di tutte le attività commerciali e artigianali la cui apertura è consentita dall’ultimo Dpcm, compresi tabacchi ed edicole. Fanno eccezione solo farmacie, parafarmacie, studi medici e attività assimilabili. 

Per le attività di ristorazione (bar, pasticcerie, pizzerie, ecc.) sarà vietato l’asporto e consentita la sola consegna a domicilio. Saranno inoltre chiusi tutti gli esercizi commerciali nelle giornate di domenica 11 e domenica 18 aprile. Per le attività di ristorazione sarà consentita la sola consegna a domicilio. Resteranno aperti farmacie/parafarmacie e, fino alle 18, le edicole. 

L’accesso al Cimitero Comunale, sarà consentito – con un limite massimo di 15 persone – solo per le tumulazioni e lavori di manutenzione. Sarà chiusa la Villa Comunale. 

L’ordinanza sarà in vigore da oggi  fino al 21 aprile.