Le Iene: Chi ha guadagnato di più entrando in politica? Renzi al primo posto

0
98

In un servizio de ‘Le Iene’ si è parlato degli incrementi del reddito di alcuni politici e chi ha avuto maggiori incrementi.

A guadagnare di più dalla sua entrata in Parlamento è stato Matteo Renzi, passato dai 98.961 Euro di reddito del 2013 al 1.037.851 di Euro del 2019. Un incremento di ben 938.890 Euro. 

Secondo posto per la senatrice leghista Giulia Bongiorno, passata dai 173.534 Euro del 2005 ai 817.672 Euro del 2019. Un incremento di 644.138 Euro. 

Sul gradino più basso del podio si piazza il senatore del PD Andrea Marcucci, passato dagli 83.192 Euro del 1991 ai 509.232 euro del 2019. Un incremento di 426.040 Euro.

A seguire il senatore leghista Simone Pillon (+203.243 Euro), il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati (+215.699 Euro), Daniela Santanché di Fratelli d’Italia (+206.780 Euro), stesso partito di Ignazio La Russa (+239.682 Euro). 

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, con reddito zero nel 2012, nel 2019 dichiara 98.471 euro (ai quali bisogna però togliere 24mila euro di restituzioni). L’attuale ministro della Salute Roberto Speranza, entrato in Parlamento nel 2012 con 35.995 euro di reddito (37.617 con la rivalutazione), nel 2019 ne dichiara 80.542 (+42.925). 

Il mitico Lello Ciampolillo, ex M5S ora al gruppo misto: nel 2012 il suo reddito imponibile era di 18.950 euro (19.859 rivalutato), nel 2018 schizza a 87.989 euro, cioè 68.130 euro in più.

In passivo molti volti noti della politica come l’ex premier Conte (-211.840 Euro) e alcuni attuali ministri tra cui Dario Franceschini del PD (-94.467 Euro) e Renato Brunetta di Forza Italia (-38.022 Euro). In rosso anche il critico d’arte Vittorio Sgarbi (-16.451 Euro).