Monte Sant’Angelo: per gli studenti soprannumerari ‘l’estrazione del lotto’, lettera aperta dei genitori

0
74

DIRITTO ALLO STUDIO NEGATO

Egregio Signor Sindaco, cari concittadini, rappresentanti di enti ed istituti scolastici, siamo un gruppo di genitori, mamme e papà,  di 32 ragazzi/e che, a breve lasceranno la scuola media per fare un ulteriore  passo verso la scuola superiore di secondo grado.
Bene, vi chiederete!
Fin qui niente di nuovo e/o di eccezionale. Senonchè, qualche giorno fa,  in seguito ad una convocazione, in videoconferenza, da parte della preside dell’ istituto scelto dai nostri figli ( liceo scientifico) apprendiamo che i loro sogni sono seriamente compromessi. Di qua, l’esigenza di rivolgerci a voi tutti, come genitori e cittadini, con questa lettera aperta che, ognuno di voi può  sottoscrivere e rendere propria, affinché insieme possiamo meglio affrontare il problema che riguarda, oggi i nostri figli, domani i vostri, la libertà  di poter scegliere la scuola che più  si addice ai loro interessi, alle loro ” curiosità ” cognitive che farà  di loro uomini e donne realizzate in futuro. Purtroppo, ad oggi, questo progetto di vita è  ostacolato da un “SOVRANNUMERO DI ISCRIZIONI” nel suddetto istituto. Cosicché,  a pochi giorni  dalla scadenza della formazione delle prime classi ,  il “DESTINO SCOLASTICO” dei nostri figli è affidato ad un sorteggio tipo “ESTRAZIONE DEL LOTTO del lunedì, in questo caso del mercoledì, dove i bussolotti non pescati o viceversa,  decideranno. (RIEN Ne VA PLUS) 27 ALUNNI E NON 32. Da questo sorteggio sono esclusi i ragazzi(5 minimo) che hanno già  fratelli o sorelle studenti della scuola. A nostro avviso si tratta di una decisione lesiva dei diritti dei nostri figli adducendo come  deterrente la facoltà,  obbligata ,di scegliere istituti ad indirizzo diverso o, peggio ancora, se si vuole scegliere lo scientifico si può  andare fuori di Monte Sant’Angelo, tipo Manfredonia o San Giovanni Rotondo , aggravando così,  le già  precarie condizioni economiche di alcune famiglie e, cosa peggiore privare il paese delle  sue tanto amate fabbriche di cultura. A tal proposito, Signor Sindaco, echeggiano ancora nelle nostre orecchie le parole pronunciate , tre anni fa, da lei in una conferenza, alla quale, tra l’altro era presente anche, la suddetta dirigente scolastica, che recitava così  ” DOBBIAMO  BLINDARE LE SCUOLE SUPERIORI PERCHÉ  SE SPARISCONO QUELLE, ALLORA IL PAESE È  DESTINATO A MORIRE” ( testo originale).
Per questi motivi, per il non facile dislocamento di Monte, in quanto paese di montagna e a causa della straordinaria esigenza sanitaria legata al covid,
CHIEDIAMO
la FORMAZIONE DI DUE CLASSI COMPOSTE DA 16 RAGAZZI/E OGNUNA, TALI DA INCLUDERE TUTTI  SENZA ESCLUSIONE ALCUNA. Signor Sindaco,  concittadini, responsabili di enti scolastici, confidiamo in voi. Insieme siamo più  forti.
P.S. il sorteggio è  previsto mercoledì p.v. alle ore 17. Diamoci da fare

Distinti Saluti
Genitori di ragazzi in sovrannumero