Monte Sant’Angelo, suggestivo risveglio (video)

Dolce e suggestivo risveglio a Monte Sant'Angelo

0
135
Video dal web

Un suggestivo risveglio, a suon di zampogna, per il centro storico Junno di Monte Sant’Angelo, per festeggiare Santa Lucia.
Grazie all’associazionismo, all’amore ed alla passione, alcuni giovani portano avanti questa tradizione.

A Monte Sant’Angelo, verso gli anni ‘70/’80, viveva un anziano pifferaio, di nome Francesco Totaro, esperto costruttore di pifferi e flauti.  Fu da questo semplice ex-pastore che il gruppo di ricerca Li Cafune dell’Arci “V.Jara” raccolse la testimonianza secondo la quale fino all’inizio del XX secolo un capraio, alias Petrone, allietava, insieme ai ciaramellari, la gente che usciva dalla chiesa di San Benedetto durante la notte di Natale.

La tradizione continua, il suono della zampogna  la si ode non solo a Natale, ma anche in altre occasioni. 

Questa notte, nonostante la fredda temperatura, loro i zampognari erano per i vicoletti dello Junno a riscaldare i cuori della gente, ricordando a tutti che nonostante tutto, nonostante ill virus, sará Natale e sarà bello perché Gesù Bambino nascerà.