“Picchiata e violentata”: bimba di 18 mesi morta a Como.Arrestato il compagno della madre

0
494

Non sarebbe stato un incidente a causare la morte, lo scorso 11 gennaio, di una bambina di 18 mesi di Cabiate (Como). In base agli accertamenti medico legali, la piccola è stata «ripetutamente picchiata» e «violentata».


Un uomo e’ stato arrestato oggi dai Carabinieri di Mariano Comense su esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Como perche’ ritenuto il responsabile della morte di una bambina di 18 mesi.

Secondo le indagini dei militari, coordinati dalla Procura larense, la piccola sarebbe stata ripetutamente picchiata dall’arrestato, compagno della madre, nonche’ violentata nei giorni precedenti alla morte avvenuta all’ospedale Papa Giovanni XXIII dove era stata trasportata d’urgenza per delle gravi lesioni riportate nel pomeriggio dello stesso giorno nella sua casa di Cabiate.

Dall’autopsia sarebbero emersi i segni dei maltrattamenti che – stando alla ricostruzione della Procura – avrebbero causato la morte della piccola smentendo, di fatto, la versione dell’arrestato, che aveva sostenuto che la bimba di 18 mesi fosse stata colpita da una stufa che lei stessa avrebbe fatto accidentalmente cadere da una scarpiera mentre stava giocando.