Bimba di 9 anni tenta il suicidio nel bagno della scuola, scatta l’inchiesta: altra sfida su “TikTok”?

0
475
Foto di repertorio

SALENTO – Tenta di impiccarsi nel bagno della scuola, ma alcune compagne danno subito l’allarme ed evitano il peggio.

Il grave episodio – riportato dall’edizione odierna del Quotidiano di Lecce – si è verificato alcuni giorni fa in una scuola elementare di un paese del nord Salento, dove una bimba di soli 9 anni ha tentato il suicidio nel bagno dell’istituto scolastico, forse nel tentativo di emulare il suo coetaneo di Bari, purtroppo deceduto dopo essersi stretto una corda attorno al collo in casa.

Approfittando del consenso ad andare in bagno concessole da una maestra, la giovanissima studentessa avrebbe iniziato ad armeggiare in bagno con una corda, insospettendo alcune sue amichette, che hanno poi allertato il personale scolastico e gli insegnanti.

Sul tentativo di suicidio della piccola la procura per i minorenni di Lecce, nella figura del procuratore capo Simona Filoni, ha aperto un’inchiesta.

Il gesto della bimba segue di pochi giorni, come detto, la morte di un bimbo di 9 anni del quartiere San Girolamo di Bari. E quella di un’altra bambina di 10 anni, impiccatasi a Palermo per partecipare ad una “challenge” lanciata su “TikTok”, social molto in voga tra adolescenti e preadolescenti, sebbene l’iscrizione non sia consentita ai minori di 13 anni. Su quest’ultimo argomento, il Garante della  Privacy ha disposto il blocco immediato degli utenti di cui non è possibile accertare l’età anagrafica.