Centro Dialisi Manfredonia: “L’ASL Foggia si attivi con sollecitudine per potenziare il servizio in vista dell’estate”

0
131

In considerazione del miglioramento dello stato di pandemia, del rientro in città di concittadini che per svariati motivi risiedono fuori e delle previsioni di un incremento di presenze turistiche sul territorio, sarebbe opportuno, da parte della Direzione Generale dell’ ASL di Foggia, rimodulare e potenziare  il servizio di emodialisi presso l’ASL di Manfredonia.

Attualmente il servizio di emodialisi dell’ospedale “San Camillo de Lellis” di Manfredonia è carente di organico, infatti presso l’ambulatorio è assente la figura di un infermiere e inoltre è stato sospeso un turno pomeridiano con non pochi disagi per i pazienti nefropatici.

Dunque con la stagione estiva alle porte e al fine di garantire la sicurezza gestionale del centro dialisi nel rispetto dei percorsi già attivi, ripristinando quelli sospesi,  s’invita la Direzione Generale ad attivarsi con sollecitudine  per potenziare il prezioso servizio offerto dalla struttura ospedaliera.

I turisti hanno da sempre apprezzato la qualità delle prestazioni offerte, infatti negli ultimi giorni,  presso il centro, sono tante le telefonate da parte di pazienti che soggiorneranno sul nostro territorio e che chiedono informazioni sui servizi.

In vista della ripartenza, potenziare il servizio permetterà di trascorrere vacanze serene a tutti i pazienti nefropatici avendo a disposizione un centro dialisi efficiente  al quale rivolgersi nel rispetto del diritto del dializzato alla possibilità di spostarsi sul territorio nazionale per motivi di natura “non clinica”.

Un appello, quest’ultimo, lanciato  dall’Associazione nazionale emodializzati (ANED), in un documento del  9 giugno 2008, indirizzato agli Assessorati di tutte le regioni italiane che ci auguriamo venga accolto anche dagli amministratori locali.


Stefania Consiglia Troiano