Favoritismi e appalti pilotati alla Regione Puglia, rinviati a giudizio Angelo e Napoleone Cera

0
216

Il gip di Foggia Antonio Sicuranza ha rinviato a giudizio Angelo e Napoleone Cera (ex parlamentare dell’Udc e ex consigliere regionale de I Popolari), coinvolti in un’inchiesta su nomine, assunzioni e appalti pilotati nella Asl di Foggia e nei Consorzi di bonifica. Rinviati a giudizio anche il direttore dell’Asl foggiana Vito Piazzolla e l’ex consigliera comunale di Manfredonia Rosaria Immacolata Bisceglia. Sono accusati, a vario titolo, di induzione indebita a dare o promettere utilità e abuso d’ufficio. Il processo inizierà il 19 ottobre, davanti al Tribunale di Foggia.

Le parole di Napoleone Cera dopo la notizia del rinvio a giudizio: “Sono stato accusato di aver fatto una politica con una “salumeria” come segreteria politica.
Ebbene non per aver preso soldi, non per aver truffato, rubato o truccato concorsi, il peccato è stato quello di avere avuto una segreteria sempre piena di gente che voleva essere solo ascoltata e qualche volta incoraggiata.
Aristotele diceva che la “politica” è l’amministrazione della “polis” per il bene di tutti.
Oggi subisco questo rinvio a giudizio, seppur con un quadro mutato e con meno capi d’accusa iniziali, sapendo di aver sempre agito nell’interesse del mio territorio e dei miei concittadini senza mai aver tratto vantaggio personale di nessun tipo.
Vado a processo, quindi, a testa alta, perché la mia politica, che è poi anche quella della mia famiglia, è fatta di sorrisi, strette di mani e di abbracci.
In questa brutta vicenda non mi avete lasciato un attimo, facendomi sentire sempre protetto dal vostro affetto.
Sono convinto che continuerete a farlo non solo perché mi conoscete ma anche perché, potete starne certi, non lascerò mai nessuno per strada soprattutto quando ci si sente abbandonati dalle Istituzioni.
Vado avanti, estraneo ai fatti addebitatemi e pienamente fiducioso nel lavoro della magistratura”.