Foggia sotto choc per la perdita dell’avvocato Marco Gentile

0
485

Il foro di Foggia perde un altro avvocato, Foggia un altro galantuomo. Questa volta troppo giovane per lasciarci. La famiglia Gentile affranta per un’altra morte dovuta al Covid. Dopo Vittorio Gentile, stimato avvocato ed ex candidato sindaco negli anni ’90, è morto anche il figlio Marco, pure lui legale di successo. Così il ricordo di chi lo ha conoscito: “Quando il dolore colpisce non si ferma… Non guarda in faccia il vecchio o il giovane, il ricco o il povero, il simpatico o antipatico. È una mannaia che si abbatte alla cieca, senza pietà. Fa male. Ed è il dolore quello che ha colpito, cieco, insensibile, nel giro di una settimana una famiglia, la famiglia Gentile, da sempre stimata, apprezzata, amata”.
“Prima Vittorio, un “signore”, forse l’ultimo “signore” di una Foggia ormai denaturata dai suoi raffinati personaggi e comportamenti di un tempo. Poi Marco. Anche lui, Gentile, anche lui stimato avvocato, il figlio di Vittorio, anche lui con la classe, un’educazione una cortesia e da un acume ormai fuori moda. Marco però era giovane. Era troppo giovane! Innamorato, fino alla fine, della sua famiglia e del figlio, il piccolo Vittorio, ha adorato fino all’ultimo istante la vita da cui mai avrebbe voluto staccarsi e che ha sempre vissuto con gioia, passione, donandosi alla gente.
Te ne vai Marco – concludono -, con la tua solita discrezione, sciogliendo di vivere la tua sofferente malattia solo con pochi amati ma lasciando un saluto ad ognuno di coloro cui hai voluto bene. Il tuo ricordo, la tua passione, la tua amata montagna ed il tuo sorriso, vivranno sempre in Vittorio jr e nei nostri cuori. La tua mancanza è un’altra grave perdita per chi ti ama ma per tutta la nostra comunità”. Marco Gentile, grande amante della montagna verrà sepolto a Pescasseroli.