Fondo Kyoto per l’efficientamento energetico delle scuole, delle strutture sanitarie e degli impianti sportivi: un prestito agevolato che fa gola agli enti pubblici

0
180

L’articolo 1, comma 743 della legge 145/2018 (Legge di Bilancio 2019) ha esteso il campo di applicazione del Fondo Kyoto per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici ed universitari (cd. Fondo Kyoto Scuole, di cui all’art. 9 del DL 91/2014), includendo tra gli edifici oggetto di agevolazione anche le strutture sanitarie e gli impianti sportivi di proprietà pubblica.

In attuazione di quanto previsto dal predetto comma 743, il MiTE e il Mef, di concerto con MiSE, Min. Istruzione e Min. Università e Ricerca, hanno emanato il decreto interministeriale 11 febbraio 2021, con il quale sono disciplinate le modalità di accesso al bando.

In particolare:

  • Il Fondo concede finanziamenti a tasso agevolato ai soggetti pubblici proprietari degli immobili, per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico ed idrico
  • I prestiti hanno un tasso di interesse dello 0,25% e la durata massima del finanziamento è pari a 20 anni
  • Gli interventi devono garantire un miglioramento nel parametro di efficienza energetica dell’edificio di almeno 2 classi energetiche
  • Le risorse messe a disposizione ammontano a 200 milioni di euro e l’importo massimo che si può richiedere per singolo edificio è di 2 milioni di euro

Il bando si è aperto con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 22 giugno 2021 dell’Avviso di apertura dei termini. La scadenza è fissata per le ore 24,00 del 19 dicembre 2021 e la procedura di ammissione è effettuata secondo l’ordine cronologico di ricezione delle istanze, fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Per accedere alle agevolazioni è necessario compilare il modulo di ammissione attraverso il portale messo a disposizione dalla Cassa Depositi e Prestiti (soggetto gestore del Fondo), disponibile al seguente link: https://services.cdp.it/domandakyoto5/#/kyoto5/richiestaFinanziamento