Il fratello di Jonathan Spano: “Il GRAZIE più grande va a te Jon per essere stato la persona, il fratello, il padre, l’amico splendido che sei stato e sarai per sempre”

0
633

Dal suo profilo Facebook, Michele Spano, scrive una toccante lettera a suo fratello Jonathan, il ragazzo sipontino deceduto a causa di un arresto cardiocircolatorio a soli 25 anni.

Ciao Jon, sono passati diciassette giorni e non c’è secondo in cui io non ti senta o non ti veda.
Io ho avuto la fortuna e l’onore , di averti come fratello, e voglio condividere questa fortuna.
Noi siamo cresciuti praticamente insieme io, Jonathan e Ruben e dio solo sa cosa non è potuto succedere.
Jonathan è stato sicuramente quello più problematico nell’adolescenza, ma quello che poi è sbocciato meglio.
Ha avuto il coraggio e la forza, nonostante tutto quello che ci fosse successo da piccoli , di crearsi una famiglia, di amare.

Jonathan era una persona di poche parole ma che faceva tanto rumore, credetemi. Era testardo, ma testardo forte e credetemi la sua testardaggine mi innervosiva tanto ma al contempo l’ammiravo, perché quando si poneva un obiettivo quello era.


Jonathan era fissato col caffè, ne beveva a tonnellate, e poi ti faceva quel suo sorrisino accennato che non sapevi se ti presendesse in giro o meno, ma è il suo e nessuno glielo può togliere.


Jonathan era estremamente educato il suo parlare con un filo di voce era perché molto rispettoso, tant’è che a volte quasi non lo si sentiva, e poi era generoso e buono chiunque abbia trascorso solo pochi attimi con lui può confermarlo.


Lui era fiero di quello che stava diventando, lo voleva mostrare a tutti.
Jonathan ama più di ogni altra cosa la sua piccola Evelyn e la piccola Francesca che a breve arriverà e io non posso credere che Jonathan sia andato via, lui non è andato via, c’è l’hanno tolto, e questa cosa non mi potrà mai dare pace.


L’unico sollievo che riesco a provare è la speranza e la consapevolezza che Jonathan vive e vivrà per sempre nei cuori di chi lo ha amato e lo ama , vive negli occhi delle sue bimbe, vive nel ricordo che tocca a noi tenere acceso.


Io ringrazio mia madre e mio padre per aver messo al mondo un fiore splendido, Jonathan vi perdona tutto.


Ringrazio Rossella, la sua compagna, per avergli insegnato l’amore e aver creato con lui una famiglia.
Ringrazio i suoceri per averlo trattato come un figlio, e averlo fatto maturare come uomo.

Ma il GRAZIE più grande va a te Jon per essere stato la persona, il fratello, il padre, l’amico splendido che sei stato e sarai per sempre.

Ricordiamo a tutti i lettori che è attiva una raccolta fondi “AIUTIAMO LA FAMIGLIA DI JONATHAN SPANO” per dare una mano alla compagna Rossella in questo difficile momento anche dal punto di vista economico e assicurare alle loro piccine Evelyn e Francesca che nascerà a luglio, un futuro sereno. Grazie a tutti coloro che hanno già contribuito con una donazione, “Jonathan, da lassù, vi sorride ogni volta che aiutate la sua famiglia”, queste le parole pronunciate da Don Fernando durante il rito funebre.

Link per la donazione:👇

https://gofund.me/139deb04