Mauro Romano, scomparso nel ’77. La mamma lo riconosce nello sceicco Al Habtoor.

0
963

– Aveva solo sei anni, Mauro Romano, quando fu rapito in Salento nel lontano 1977, 44 anni fa. Ma la sua mamma non ha mai smesso di cercarlo, e ora pensa di averlo individuato: secondo lei potrebbe essere lo sceicco Mohammed Al Habtoor, 52 anni (e l’età più o meno coincide), figlio del magnate Khalaf Al Habtoor.
Bianca Colaianni, la mamma di Mauro che potrebbe essere diventato sceicco, confida le sue speranze all’Ansa: “Mi auguro sia lui – dice – perché vorrebbe dire che è ancora vivo e che nessuno l’ha mai ucciso”. Ma perché il piccolo dovrebbe essere lo sceicco? La madre, spiega il Corsera, l’ha riconosciuto grazie a “due cicatrici: una sul sopracciglio, l’altra sulla mano destra: se la procurò con un ferro da stiro”, racconta.

Ovviamente le cicatrici non bastano: occorre fare l’esame del Dna. Ma secondo il quotidiano finora l’emiro ha rifiutato di sottoporvisi. La famiglia Romano, comunque, non ha alcuna intenzione di demordere: andranno di persona a Dubai per ottenere che l’esame venga eseguito tramite l’intercessione delle autorità consolari. 

La scomparsa di Mauro

Il piccolo sparì nel nulla a Racale (Lecce), il 21 giugno del 1977. Secondo le indagini il presunto sequestratore sarebbe un ex barbiere di 79 anni, amico di famiglia che Mauro chiamava ‘zio’ e che il giorno della scomparsa, secondo la Procura, fece salire il bimbo sul suo Apecar e lo condusse nella sua casa estiva per farlo giocare con il figlio. Questo, secondo l’accusa, in attesa di consegnarlo a due individui, a oggi rimasti sconosciuti, che lo prelevarono poi con la forza facendo sparire di lui ogni traccia. Quotidianonazionale