Obbligo di vaccini ad insegnanti e minorenni? Il sottosegretario Sasso a Bari: “Nessun obbligo né discriminazioni a scuola”

0
191

Non c’è bisogno di porre l’obbligo di vaccinazione per i docenti e assolutamente non prendo neanche in considerazione la possibilità di imporlo ai minorenni. Noi le dobbiamo aprire le porte delle scuole non le dobbiamo chiudere”: lo ha affermato a Bari il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso, intervenuto a un incontro sulla vicenda della chiusura della scuola elementare Carlo Del Prete. Lo riporta l’Ansa.

Sono perfettamente in linea con il mio segretario – aggiunge l’esponente leghista – che dice da sempre di informare, accompagnare e promuovere i vaccini, perché è l’unica via per uscire da questa dannata pandemia. Siamo per la scienza e per i vaccini ma siamo anche per la libertà di scelta. Assolutamente mi sento di escludere la possibilità di estendere l’obbligo di vaccinazione ai minorenni – ribadisce Sasso – perché se per mille ragioni uno studente non può vaccinarsi che succede? Lo discriminiamo e gli neghiamo la didattica in presenza e la possibilità di crescere, di apprendere e di formarsi?”. Con riferimento agli insegnanti, Sasso ricorda che “la percentuale dei vaccinati è molto alta, perché al 16 luglio avevamo l’85% del personale docente che aveva fatto il primo vaccino e il 78% che aveva completato il ciclo. Ho ragione di stimare che già oggi il 90% l’abbiamo raggiunto e abbiamo un altro mese di tempo. Diamo fiducia ai nostri insegnanti, che sono stati eroici durante questi 18 mesi di pandemia, e lasciamo da parte l’obbligo dei vaccini” conclude Sasso.