Pizza e cocaina a domicilio: duro colpo allo spaccio

0
536

Arresti e perquisizioni nella giornata di oggi da parte della Squadra Mobile di Brindisi che hanno appurato anche un caso di cocaina d’asporto da una pizzeria degli indagati, consegnata a domicilio. 15 perquisizioni, 115 grammi di cocaina, 150 di hashish e 50 di marijuana sequestrati: è il bilancio dell’operazione “Strike”, condotta dalla Squadra Mobile di Brindisi, in collaborazione con la Mobile di Lecce e i reparti prevenzione crimine di Bari e Lecce.

Non ha fatto mancare il proprio apporto il cane “Attila”, dell’unità cinofila di Brindisi. In un caso gli investigatori, coordinati dal pm Luca Miceli della Procura di Brindisi, hanno appurato che un indagato utilizzava il proprio esercizio commerciale non solo per consegnare pizze a domicilio, ma anche cocaina. 

Gli indagati sono accusati di aver spacciato droga, perlopiù cocaina, hashish e marijuana, droga destinata a rifornire le notti della movida brindisina, utilizzatori finali perlopiù i giovanissimi della città. Secondo la ricostruzione degli agenti della Mobile, un indagato avrebbe approfittato della propria attività, una pizzeria, per consegnare non solo cibo a domicilio, ma anche droga.