SAN GIOVANNI ROTONDO: CARABINIERI ARRESTANO COPPIA DEL LUOGO E DENUNCIANO UN GIOVANE 25ENNE PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI

0
142

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Rotondo,  hanno arrestato una coppia del luogo (lui 40enne e lei 43enne) per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciano altro giovane 25enne per lo stesso tipo di reato.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di opportuni servizi di prevenzione e repressione di reati in genere, che in quest’ultimo periodo visti i recenti fatti delittuosi, quali incendi di autovetture ed altri mezzi, sono aumentati con l’ausilio di altre pattuglie provenienti dalla Compagnia di Intervento Operativo del 14° Battaglione di Vibo Valentia, in due distinte operazioni eseguivano presso l’abitazione degli arrestati e del denunciato delle perquisizioni domiciliari.

Nel corso di tali operazioni, presso l’abitazione della coppia, rinvenivano circa 17 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” divisa in più pezzi nonché tutto l’occorrente per il confezionamento in dosi, come alcune buste in cellophane trasparenti già tagliate a forma di cerchio ed un bilancino di precisione che avevano tentato di disfarsene, nascondendolo sul balcone.

Presso l’abitazione del giovane denunciato invece venivano rinvenuti tre pezzetti di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” ed una fondina per pistola in uso alle Forze di Polizia.

A seguito di tali rinvenimenti,  veniva arrestata la coppia, denunciato un giovane e sequestrato tutto quanto rinvenuto.

Le analisi qualificative e quantitative eseguite sulla droga sequestrata, da parte degli operatori del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Foggia, confermavano la natura della sostanza ed indicavano che da quei quantitativi era possibile ricavare ben 72 dosi di “cocaina”.

Gli arrestati dopo le formalità di rito venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Foggia. A seguito dell’udienza dinanzi al Tribunale di Foggia, veniva convalidato l’arresto e solo per l’uomo venivano disposti gli arresti domiciliari mentre la donna veniva rimessa in libertà.