Scena da film horror sul Gargano: lupo impiccato ad un albero

0
577

L’associazione di volontariato “Lilly il Vagabondo” di Cagnano Varano, ha denunciato pubblicamente la tremenda violenza sul lupo ritrovato impiccato nella mattinata odierna.

“Il pastore che prende provvedimenti con un lupo, mammifero privo di ratio in cerca cibo, ci fa capire che forse il lupo un po’ di ragione in più rispetto a lui, misero umano, ce l’ha.
Il pastore pastore, il pescatore o qualsiasi uomo che fa giustizia al proprio bestiame o alle sue proprietà in questo modo è lo stesso che butta nel lago i cagnolini appena nati, ma la motivazione, a differenza del lupo non è la fame, è l’ignoranza.
Il pastore è lo stesso che impicca i propri cani quando ormai non sono più buoni.
Il pastore non sa che i lupi vivono in branco e che probabilmente non sarà l’unico in zona e che quindi con questo gesto non ha risolto nulla.
Il pastore al posto di regolarizzare la propria recinzione e proteggere il bestiame preferisce fare questo… preferisce sparare al lupo, impiccarlo e metterlo in bella mostra per vanto.
Non sempre fortunatamente il pastore è questo.
L’uomo è un mammifero che la ratio, a differenza del lupo, dovrebbe averla ma  la usa per soddisfare la sua misera vita sentendosi potente con chi non può difendersi.
Buona giornata dalla lontana civiltà di Cagnano Varano (FG)”.