Tasso: “In provincia di Foggia siamo sull’orlo di una catastrofe sanitaria ed economica”

0
383

TASSO: “IN PROVINCIA DI FOGGIA SIAMO SULL’ORLO DI UNA CATASTROFE SANITARIA
ED ECONOMICA”.
Molti cittadini e imprenditori si sono appellati al parlamentare sipontino, preoccupati
dall’evoluzione dell’emergenza in provincia di Foggia. A rischio la salute delle comunità così
come la tenuta del tessuto economico commerciale di Capitanata.
Che in provincia di Foggia, sul fronte dell’epidemia, la situazione non sia rosea è noto ormai da
settimane. Contagi in continuo aumento e forti criticità provengono dal fronte sanitario, molto
provato da una cronica insufficienza di mezzi e personale, non imputabile all’emergenza
Covid, ma derivante da scelte politiche del passato fortemente penalizzanti nei confronti della
Capitanata. Se la sanità sta collassando le colpe e le responsabilità sono ben precise.
I numeri e il percepito raccontano una situazione drammatica. Forti perplessità si sono
sollevate dall’opinione pubblica e gli appelli hanno raggiunto i rappresentanti politici,
regionali e nazionali.
“Ho ricevuto numerose sollecitazioni da parte dei cittadini che chiedono alle Istituzioni di
intervenire – ha commentato l’On. Antonio Tasso –. La preoccupazione riguardo la situazione
sanitaria è alta, ma allo stesso tempo allarma lo stato dell’economia locale, fortemente provata
da mesi di sacrifici. Soprattutto su commercianti e operatori del settore ho.re.ca. (bar, ristoranti,
pub, eccetera) sta gravando la maggior parte del peso delle restrizioni. Una situazione che, dopo
dieci mesi, rischia di far esplodere la rabbia di questi cittadini, che si sentono ingiustamente
penalizzati, quasi che siano i locali pubblici l’unico innesco dei contagi”.
Il parlamentare sipontino si schiera a totale difesa della salute dei cittadini da una parte e,
dall’altra, a tutela degli interessi del tessuto economico delle piccole e medie imprese,
soprattutto commerciali, fortemente in affanno in questi mesi.
E la confusione ingenerata dalle dichiarazioni contrastanti del Governo regionale rischia di
provocare un ‘liberi tutti’ che potrebbe essere fatale, soprattutto in un periodo come questo, a
ridosso delle festività natalizie.
“Sono in apprensione per la situazione sanitaria – osserva l’On. Tasso – ma al tempo stesso ciò
che registro è un notevole ritardo nell’assunzione di decisioni univoche. Interverrò, per quanto di
mia competenza, presso i rappresentanti del Governo centrale, ma al tempo stesso è arrivato il
momento che la Regione faccia la sua parte, rimediando agli errori del passato e tutelando con
azioni precise ed efficaci (ad esempio l’aumento delle USCA sul territorio o la messa in funzione
di ulteriori presidi Covid o, ancora, il potenziamento con personale e mezzi del servizio di
emergenza territoriale) la salute dei cittadini e sostenendo con ogni mezzo il tessuto economico
della provincia di Foggia. Indennizzi ai commercianti e agli esercenti di pubblici esercizi, ora e
subito, perché siamo sull’orlo di una duplice catastrofe: vanno messe in atto azioni tempestive e
congrue per limitare quanto più possibile l’emergenza. Incontrerò il Presidente del Consiglio,
Giuseppe Conte, mercoledì prossimo, in occasione delle comunicazioni circa la sua
partecipazione al Consiglio d’Europa, e consegnerò un’informativa direttamente nelle sue mani”.