Torna in un’inedita versione estiva, dopo un anno di pausa forzata, “Corti in Opera”. Dal 6 al 9 Luglio a Lucera.

0
59

Torna in un’inedita versione estiva in programma dal 6 al 9 luglio “Corti in Opera”, il Festival di cortometraggi organizzato dal Cineteatro dell’Opera di Lucera con il sostegno della Regione Puglia.

La 3^ edizione andrà in scena a Lucera presso il Cineteatro dell’Opera e nel cortile dell’Opera San Giuseppe, nel rispetto delle linee guida del Governo per la prevenzione anti Covid-19.

«Dopo un anno di pausa forzata a causa dello stato di emergenza sanitaria, abbiamo ritenuto importante non perdere altro tempo e ripartire con il Festival che nel 2019 aveva riempito la sala del Cineteatro dell’Opera regalando intense emozioni», afferma il direttore organizzativo Gianni Finizio.

Il Festival offrirà come sempre al suo pubblico una rassegna di alcuni dei migliori short film di recente produzione. Tra le opere selezionate non mancheranno, naturalmente, quelle firmate da autori pugliesi o girate in Puglia.

Le giornate del 6, del 7 e dell’8 luglio saranno dedicate esclusivamente a bambini e ragazzi in età scolare. Agli spettatori più giovani del Festival verrà offerto non soltanto un momento di svago e di intrattenimento, ma anche un’occasione formativa importante grazie alla proiezione di corti ad hoc e momenti di dibattito, che stimoleranno riflessioni su svariati argomenti e accresceranno in loro l’interesse nei confronti della settima arte.

«Anche se le scuole saranno chiuse durante il periodo di svolgimento del Festival, non abbiamo voluto rinunciare ad organizzare le giornate dedicate gli studenti», dichiara il direttore artistico Marco Torinello che aggiunge: «Sensibilizzare i giovanissimi al cinema di qualità e contribuire alla loro formazione toccando tematiche socialmente rilavanti, è uno degli obiettivi primari di “Corti in Opera”».

La sera del 9 luglio avrà luogo l’evento clou del Festival, impreziosito dalla presenza e dall’intervento degli autori dei cortometraggi.

Il Festival è aperto a tutti e ad ingresso gratuito, fino a esaurimento posti.