Zangrillo: «Chi indossa la mascherina da solo è da reparto psichiatrico»

0
505

“Chi indossa la mascherina da solo nei boschi è un potenziale paziente psichiatrico. Convivere con il virus vuol dire comportarsi con molta intelligenza, ma ci sono anziani tramortiti e spaventati che non escono di casa da mesi”. Alberto Zangrillo, direttore della Terapia intensiva del San Raffaele, parla a ‘L’aria che tira‘ su La7.

Il luminare, non si rimangia quanto dichiarato esattamente un anno fa. “Oggi è il 31 maggio. Il virus, dal punto di vista clinico, non esiste più”.  Un anno fa pronunciava una frase che ha scatenato polemiche e discussioni. “Non sono stato per nulla audace, ho semplicemente fotografato la realtà. Il clinico fotografa la realtà e se è bella si sente spinto a renderla pubblica. Non mi rimangio una virgola, quella frase è stata oggetto di speculazione da parte di tristi personaggi in cerca di una ribalta. Ho dato loro da mangiare per un anno. Ora accade quello che è accaduto un anno fa, con l’aggiunta che abbiamo un presidio fondamentale come i vaccini. Non dobbiamo dimenticarci una cosa fondamentale: la cura sul territorio. Se ci chiudiamo in ospedale, abbiamo perso in partenza”, dice oggi Zangrillo.